Fotogranparlando

Quattro chiacchiere in relax su argomenti esterni alla fotografia.
Rispondi
Avatar utente
Novecento
Messaggi: 822
Iscritto il: 07/02/2017, 19:16
Località: Anywhere
Contatta:

Fotogranparlando

Messaggio da Novecento » 07/02/2020, 12:16

Nei miei lunghi peregrinari, succede che in Svizzera ascolto RTVI, la radio svizzera italiana, non sempre, ma ogni tanto ci sono delle vere perle.
Una di queste era una discussione tra artisti, pittori, fotografi e gestori di mostre fotografiche che parlocchiando mi hanno illuminato.
Si parlava della fotografia agli albori e quanto ha influenzato la fotografia nel mondo artistico e verso i pittori.
In pratica, gli artisti (pittori) di fine '800, pare siano andati in para verso la fotografia, in modo del tutto negativo, tra paure e psicosi del "nuovo che avanza".

Molti furono i pittori che ripudiarono la fotografia, quale sregolatezza nel riprendere i soggetti, che siano essi persone o paesaggi.
Che rappresentare la realtà sarebbe stato indegno privando completamente il lato umano e personale che il pittore fino ad allora dava ai suoi quadri.

Mi sembra oggi, di rivivere il tutto tra analogico e digitale.

Cosa ne pensate?


Ti sei mai chiesto perchè cadono i quadri?
È impossibile da capire, è una di quelle cose che è meglio che non ci pensi, sennò esci matto.

Novecento - Valerio

Avatar utente
Antonio
Messaggi: 1603
Iscritto il: 07/02/2017, 18:36
Località: Terni

Re: Fotogranparlando

Messaggio da Antonio » 07/02/2020, 15:07

Per me la fotografia è uno strumento in più (come colori, pennelli, spatole ecc.) che i pittori hanno a loro disposizione per esprimersi in tutto la loro arte. Immagini se un Van Gogh avesse avuto una camera fotografica?
La prima camera è stata una Canon AT1. Poi Canon F1 con obiettivo 28 mm; 55 mm macro e 200 mm; che uso quando ho nostalgia; - una Canon EOS 400D con obiettivo zoom da 17- 55 mm e 70 - 300 mm IS stabilizzato. - Panasonic Lumix DMC - FZ38 HD.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite